Inseminazione e fecondazione in vitro, di quale hai bisogno quando è difficile avere figli?

L'inseminazione e la fecondazione in vitro sono ancora il cardine dei programmi di gravidanza per le coppie che non hanno figli. Entrambi hanno le proprie procedure e livelli di successo, nonché i criteri che devono essere soddisfatti dalle coppie che desiderano sottoporsi a tali procedure.

I molti aspetti che devono essere fatti durante l'inseminazione e la fecondazione in vitro rendono difficile per molte coppie capire la differenza tra i due. Quindi, qual è la differenza tra inseminazione e fecondazione in vitro? Quale dovresti vivere se è difficile avere figli? Ecco la recensione.

Avendo problemi a rimanere incinta, dovrei sottopormi a inseminazione e fecondazione in vitro?

La prima e più importante cosa che deve essere compresa dalle coppie sposate che non hanno mai figli è la definizione stessa della difficoltà a rimanere incinta.

I parametri della durata del matrimonio, anche per cinque anni, non possono essere un indicatore per dire che una persona ha difficoltà a rimanere incinta.

Sei incluso nei criteri per la difficoltà di concepimento solo se hai avuto regolarmente rapporti sessuali 2-3 volte a settimana per un anno, ma non sei riuscita a rimanere incinta. Se questi criteri non vengono soddisfatti, è naturale che la gravidanza sia difficile.

Quindi, cosa succede se soddisfi questi criteri, ma non riesci ancora a rimanere incinta? È un segno che dovresti sottoporti all'inseminazione e alla fecondazione in vitro? Oppure c'è un trucco da fare durante il sesso? Si scopre che non è così.

La condizione per la gravidanza è la penetrazione nella vagina accompagnata dall'eiaculazione. Così come la presenza di ovuli da fecondare e un utero sano.

I suggerimenti che determinate posizioni sessuali o cibi possono aumentare le possibilità di rimanere incinta non sono scientificamente provati e sono miti.

Qual è la differenza tra inseminazione e fecondazione in vitro?

L'inseminazione e la fecondazione in vitro sono spesso associate tra loro, anche se hanno criteri e procedure differenti. Ecco le differenze tra i due.

1. Inseminazione

Il processo di inseminazione artificiale o inseminazione intrauterina (IUI) è la prima scelta prima di scegliere il programma di fecondazione in vitro. Questo metodo viene eseguito inserendo lo sperma nella cavità uterina. Questo è così che lo sperma può muoversi più facilmente per trovare l'uovo.

Considerando che il processo è semplice e la fecondazione avviene naturalmente, le possibilità di successo dell'inseminazione non sono così grandi rispetto alla fecondazione in vitro, che è del 10-15%. La IUI deve essere eseguita per 3 mesi consecutivi. Se più di questo, il tasso di successo può diminuire a meno del 10%.

Ci sono una serie di criteri che devono essere soddisfatti prima di subire l'inseminazione. Il marito deve avere abbastanza sperma. La moglie deve avere una tuba di Falloppio correttamente funzionante, uova sufficienti e una cavità uterina sana. I disturbi nell'utero devono essere trattati prima per massimizzare le possibilità di successo.

2. Provetta bambino

Il programma di fecondazione in vitro o fecondazione in vitro (FIV) viene effettuato prelevando campioni di ovociti e spermatozoi, quindi riunirli in un laboratorio. L'embrione che si forma viene quindi inserito nell'utero in modo che possa svilupparsi in un feto.

La fecondazione in vitro è stata scelta quando la coppia non soddisfaceva i criteri per l'IUI o aveva scelto questo metodo fin dall'inizio. Indicazioni che richiedono alle coppie di scegliere la fecondazione in vitro come un numero insufficiente di spermatozoi, le tube di Falloppio bloccate o l'età della donna che ha raggiunto i 40 anni e oltre.

Altri criteri per questo metodo sono, ad esempio, che le coppie si incontrano raramente, le coppie hanno determinate malattie o il numero di ovuli è troppo basso anche se la moglie è ancora giovane. A differenza dell'inseminazione, la probabilità di successo della fecondazione in vitro può raggiungere il 60% se eseguita prima dei 30 anni ed essere inferiore al 45% dopo i 40 anni.

Se non fertile, qual è la soluzione inseminazione e fecondazione in vitro?

Il termine infertile o infertile è in realtà poco più utilizzato grazie agli sviluppi tecnologici nella salute riproduttiva. Finché il marito ha ancora lo sperma e la moglie ha ancora l'utero e gli ovuli, c'è sempre la possibilità di avere figli.

La cosa più importante nell'affrontare i problemi di fertilità non è in realtà nel programma stesso, ma nei fattori che rendono difficile la gravidanza. La causa può derivare da una scarsa qualità dello sperma, dalla difficoltà delle coppie ad avere rapporti sessuali, da malattie degli organi riproduttivi e così via.

Una volta compresa la causa, puoi passare a un programma di gravidanza intensivo. Ma, ricorda, non tutte le coppie devono sottoporsi a un programma di inseminazione o fecondazione in vitro perché ci sono criteri che devono essere soddisfatti e controindicazioni a cui prestare attenzione.

È inoltre necessario prestare attenzione ai fattori di tempo e costo per sottoporsi a questi due programmi. Il processo principale di IUI e IVF è in realtà piuttosto breve, che è di circa 2-3 settimane. Tuttavia, spenderai molto tempo e denaro per ottimizzare le condizioni degli organi riproduttivi prima di subire il secondo processo fondamentale.

Ci sono effetti collaterali dell'inseminazione e della fecondazione in vitro?

Gli effetti collaterali dell'inseminazione e della fecondazione in vitro dipendono dal tipo di farmaci consumati. Questi farmaci sono utili per la maturazione e la stimolazione delle cellule uovo. L'effetto sarà diverso per ogni persona ed è spesso imprevedibile.

Tuttavia, non devi preoccuparti. Finché è effettuato e controllato da un medico veramente competente, gli effetti collaterali dell'inseminazione e della fecondazione in vitro non sono pericolosi. Le complicanze post-programma sono molto rare e di solito insorgono perché il paziente ha una malattia preesistente.

Questa è l'importanza del processo selezione prima di sottoporsi a inseminazione e fecondazione in vitro. Alcune condizioni mediche come malattie cardiache congenite o malattie autoimmuni come il lupus possono mettere a rischio la vita di una donna incinta. Tuttavia, i pazienti possono considerare di avere una gravidanza purché comprendano i rischi.

Alla fine, la decisione di scegliere la gravidanza naturale, l'inseminazione e la fecondazione in vitro dipende dalle indicazioni della salute di ciascuna persona. Non devi nemmeno seguire un programma di gravidanza intensivo se le condizioni che causano difficoltà a concepire sono state risolte.

Qualunque sia il metodo scelto, il programma di gravidanza deve essere eseguito in modo efficace ed efficiente. I programmi di gravidanza sono costosi, quindi assicurati che i soldi che spendi vengano utilizzati in modo efficace. Metti da parte il consumo di integratori o procedure che non sono necessarie in modo che il programma di gravidanza sia più conveniente.