Il lavoro notturno non fa bene alla salute, perché?

La maggior parte degli impiegati è tenuta a lavorare dalla mattina alla sera. D'altra parte, alcune professioni possono richiedere ai lavoratori di avere orari di lavoro invertiti dalla notte alla mattina. Ad esempio, medici e infermieri in servizio al pronto soccorso, piloti e assistenti di volo, o commessi di negozi e ristoranti 24 ore su 24. Accettare di lavorare il turno di notte significa che devi essere disposto e in grado di stare sveglio tutta la notte. Inoltre, gli orari di lavoro a turni sono spesso associati anche al rischio di gravi problemi di salute.

Perché il lavoro notturno aumenta il rischio di malattie?

Il lavoro notturno cambierà sicuramente la tua routine. Quale dovrebbe essere il tempo per te per riposare e dormire, invece lo usi per lavorare e persino mangiare. D'altra parte, nei momenti in cui il tuo corpo dovrebbe svolgere attività importanti come muoversi e digerire, stai dormendo.

Nel tempo, routine come questa renderanno l'orologio biologico del corpo un disastro. L'orologio biologico o circadiano lavora per seguire qualsiasi cambiamento nell'attività fisica, mentale e comportamentale umana in un ciclo di 24 ore. L'orologio biologico di una persona determina i cicli del sonno, la produzione di ormoni, la temperatura corporea e varie altre funzioni vitali del corpo.

L'orologio circadiano svolge anche un ruolo nella regolazione quando il corpo deve produrre nuove cellule e riparare il DNA danneggiato. Tutti gli effetti dei cambiamenti nell'orologio biologico ovviamente modificano anche il metabolismo del corpo. Diventa più difficile dormire bene (insonnia), spesso stanchezza che non sembra riprendersi, ad altri problemi di salute come disturbi digestivi che vanno dal mal di stomaco, nausea, diarrea, stitichezza e bruciore di stomaco, al rischio di lesioni e incidenti. Alla fine, il lavoro a turni di notte può ridurre la qualità della vita e la produttività del lavoro.

Effetti sulla salute a lungo termine dei turni di notte

Riferendo da WebMD, gli scienziati del Massachusetts Institute of Technology (MIT) hanno rivelato che l'interruzione dei ritmi circadiani può interferire con due geni oncosoppressori che innescano lo sviluppo di malattie croniche, come il cancro.

I ricercatori hanno scoperto un legame interessante tra i lavoratori a turni e un aumento del rischio di gravi condizioni di salute.

Malattia cardiovascolare

Uno studio di revisione di vari studi ha rilevato che il rischio di malattie cardiovascolari nei lavoratori del turno di notte sembrava aumentare fino al 40%.

Il rischio aumenterà più a lungo si vola. Il rischio di ictus aumenta dopo che una persona ha lavorato su turni per 15 anni. Uno studio ha scoperto che il rischio di ictus aumentava del cinque percento per ogni anno aggiuntivo di lavoro a turni.

Diabete e disturbi metabolici

Il lavoro a turni è un fattore di rischio per il diabete. Uno studio ha scoperto che i lavoratori a turni avevano un rischio maggiore del 50% di sviluppare il diabete rispetto ai lavoratori a giornata. Questo rischio si manifesta in chi lavora su turni per 16 ore.

Il lavoro a turni è anche legato a disordini metabolici, una combinazione di problemi di salute come ipertensione, glicemia alta, obesità e livelli elevati di colesterolo. È un fattore di rischio per diabete, infarto e ictus. Il rischio di disordini metabolici è tre volte maggiore nelle persone che lavorano nei turni di notte.

Obesità

Ci sono diverse possibili ragioni per l'associazione tra obesità e lavoro a turni. La cattiva alimentazione e la mancanza di esercizio fisico possono essere la causa. Anche l'equilibrio ormonale sembra avere un ruolo.

L'ormone leptina, che regola l'appetito, ti fa sentire sazio. Poiché il lavoro a turni sembra abbassare i livelli di leptina, i turnisti spesso hanno fame. Di conseguenza mangi più dei lavoratori a giornata.

Depressione e disturbi dell'umore

Diversi studi hanno scoperto che i lavoratori a turni hanno maggiori probabilità di manifestare sintomi di depressione e altri disturbi dell'umore.

I turni di lavoro possono anche influenzare direttamente la chimica del cervello. Uno studio ha riportato che rispetto ai lavoratori diurni, i lavoratori notturni avevano livelli più bassi di serotonina, una sostanza chimica del cervello che svolge un ruolo nella regolazione dell'umore.

Fertilità e gravidanza alterate

I turni di lavoro possono influenzare il sistema riproduttivo femminile. Uno studio ha esaminato gli assistenti di volo, che di solito lavorano a turni. I risultati hanno mostrato che gli assistenti di volo che lavoravano a turni avevano maggiori probabilità di avere aborti spontanei rispetto agli assistenti di volo che lavoravano normalmente.

Il lavoro a turni sembra essere associato a un aumento del rischio di complicazioni durante il travaglio, neonati prematuri e sottopeso, problemi di fertilità, endometriosi, mestruazioni irregolari e mestruazioni dolorose.

Cancro

Ci sono alcune prove, provenienti da studi sia sull'uomo che sugli animali, che il lavoro a turni comporta un aumento del rischio di cancro.

Due analisi dei dati di vari studi hanno rilevato che il lavoro notturno aumenta il rischio di cancro al seno fino al 50%. Il lavoro a turni sugli aerei, come piloti e assistenti di volo, aumenta il rischio fino al 70%.

Inoltre, il lavoro a turni può anche aumentare il rischio di cancro del colon-retto e della prostata. Finora, gli studi hanno dimostrato che il rischio di cancro aumenta solo dopo anni di lavoro a turni, forse fino a 20 anni.