Ama te stesso e smetti di essere una persona piacevole in questo modo

Diventa qualcuno che è tutto alias "scomodo" accontentatore per accontentare sempre gli altri, ovviamente col tempo stancarti. In effetti, ogni decisione viene solitamente presa in base a come reagiranno le altre persone o a ciò che gli altri si aspettano da te. Tuttavia, questa caratteristica non è una buona abitudine e potrebbe avere un impatto negativo sulla tua vita sociale. Allora, come smettere di essere un? accontentatore?

Come smettere di essere accontentatore vivere più felici

Indirettamente, mantenere la natura piacevole delle persone può indicare che ti senti inferiore agli altri; ovvero la sensazione che le altre persone siano migliori di te stesso. Le tue intenzioni possono essere buone, sia per mettere gli interessi degli altri sia per proteggere i loro sentimenti.

Tuttavia, questa abitudine non fa bene alla tua salute mentale. Non voglio continuare a essere un compiacente, perché non è impossibile che in futuro le persone intorno a te si abituino a umiliarti.

Ecco vari modi per smettere di essere accontentatore per non continuare a "mangiare il fegato":

1. Dimentica il passato

La maggior parte, se non tutte, le persone "scomode" hanno in passato traumi da bullismo o abusi bullismo.

Sì. La sensazione di aver paura di non essere accettata dagli altri se sei te stesso ti fa sentire obbligato a compiacere gli altri.

Prima di avere le vertigini per determinare come smettere di essere persone piacevoli, Dovresti cercare di dimenticare il passato. Tempi che ti fanno sentire insicuro e non osi essere te stesso.

Lasciando andare il passato, potresti essere in grado di fare di più legowo e facile da accettare. Questo è un buon inizio se vuoi abbandonare l'abitudine di essere un accontentatore.

2. Rispetta te stesso

Nessuno ha una dignità o un valore più alto di chiunque altro. Pertanto, devi iniziare a rispettarti e non abbassarti di fronte agli altri.

Cessando di essere accontentatore e inizia ad amare te stesso, anche tu puoi difenderti e prendere posizione per te stesso. Puoi determinare un'azione non solo in base al desiderio di compiacere gli altri, ma anche per il tuo bene.

In questo modo, continuerai a fare cose buone per aiutare gli altri, senza compromettere la tua autostima.

3. Mantenere l'equilibrio nelle relazioni sociali

L'equilibrio è la chiave per l'armonia nella socializzazione. Pertanto, se vuoi avere un rapporto armonioso con gli altri, devi dare spazio agli altri per contribuire.

Diventare accontentatore è come controllare lo spazio da solo. Il motivo è che quando cerchi sempre di compiacere gli altri il più possibile, le altre persone diventano "disoccupate". I suoi sforzi non sembrano equilibrati e uguali.

Anche se il tuo obiettivo è buono, ma cerca di smettere lentamente di esserlo accontentatore. Dai alle altre persone l'opportunità di fare cose buone per te in modo che la relazione sia sempre mantenuta in modo equilibrato e armonioso.

4. Comprendere la situazione e le condizioni

Fare del bene è bene. Tuttavia, non di rado la tua gentilezza viene effettivamente utilizzata da persone irresponsabili. abitudine di essere accontentatore rende più facile per le altre persone avere cattive intenzioni nei tuoi confronti.

Pertanto, cerca di essere più sensibile alle situazioni e alle condizioni. Se qualcuno vuole chiederti aiuto, prima comprendi le intenzioni e gli obiettivi della persona. Se ha davvero bisogno di aiuto e tu puoi aiutarlo, non c'è niente di sbagliato nell'essere gentile.

Tuttavia, se qualcuno si approfitta di te di proposito, non aver paura di dire di no. La paura o il disagio di rifiutare ti manterrà bloccato e non smetterà l'abitudine di essere accontentatore.

5. Rifiutare non significa male

Certo, ci sono momenti in cui non puoi aiutare gli altri, anche se hai voglia di aiutare.

Ironia della sorte, accontentatore spesso hanno problemi con questo. Alla fine, continuerai a cercare di compiacere gli altri e mettere da parte i tuoi interessi. Infatti, se davvero non sei in grado di aiutare, puoi rifiutare.

Rifiutare non significa che sei cattivo. Soprattutto se proprio non puoi aiutare. Pertanto, se sei costretto a rifiutarti di fornire assistenza, mostra empatia.

Ad esempio, c'è un amico che vuole prendere in prestito denaro perché i suoi genitori sono malati. Tuttavia, se non hai soldi da spendere, dimostra di comprendere la situazione dimostrando compassione.

Fagli sapere che non puoi davvero fornire l'aiuto che spera.

6. Non scusarti se non devi

Devi scusarti se commetti un errore. Tuttavia, ciò non significa che devi scusarti ogni volta; soprattutto se la colpa non è tua. Il motivo è che l'abitudine di chiedere scusa che non dovrebbe essere necessaria è il segno distintivo di a persone piacevoli.

Rompere questa abitudine, hai fatto un buon passo per smettere di essere un accontentatore.

7. Dare confini chiari

Stabilisci confini chiari tra te stesso e gli altri. Ciò significa che puoi fare del bene ma stabilire dei limiti chiari, fino a che punto le altre persone possono usare la tua gentilezza.

Ad esempio, c'è un caro amico che vuole confidare di una strana faccenda nel cuore della notte. L'amico insiste per chiamarti alle due del mattino, mentre dormi. A causa della sua chiamata, sei costretto a svegliarti anche se già assonnato.

Potresti anche chiedergli di chiamarlo al mattino, quando puoi davvero concentrarti ad ascoltare quello che ha da dire. Ricorda, il riposo è un tuo diritto e nessuno ha il diritto di interferire con esso; anche gli amici più intimi.

Quindi, non devi sentirti in colpa se in quel momento non hai potuto ascoltare quello che stava dicendo. Fornisci confini chiari mentre mostri che altre persone non hanno diritti arbitrari su di te.

Inoltre, proprio come rispetti le altre persone, anche gli altri dovrebbero rispettare te.

8. Non pensare troppo

Pensare troppo alias pensare inutilmentenon ti aiuterà a lasciare l'abitudine di essere persone piacevoli. Precisamente, troppi pensieri può peggiorare questa abitudine.

Pertanto, prova a pensare razionalmente. Ad esempio, se devi rifiutare l'offerta o l'invito di qualcun altro perché non hai tempo ed energia, beh, rifiuta e basta. Hai certamente il diritto di rifiutare se la situazione e le condizioni non lo supportano.

Non pensarci, per esempio: "Si è offeso perché l'ho rifiutato?" Il problema è che le altre persone non pensano necessariamente la stessa cosa che pensi tu.

Se la tua amicizia è abbastanza stretta e gli amici capiscono la tua condizione, il tuo rifiuto non danneggerà la relazione esistente.