I farmaci antidolorifici non funzionano più? Ecco cosa devi fare

Hai mai preso antidolorifici ma non ha funzionato per affrontare il dolore che provavi? In alcuni casi, l'uso di farmaci antidolorifici a lungo termine deve essere effettuato da persone con malattie croniche. Le malattie croniche sono solitamente accompagnate da dolore e dolore che spesso compaiono nelle immediate vicinanze, quindi è necessario assumere farmaci antidolorifici con frequenza frequente. In realtà ci sono cose che puoi fare se i farmaci antidolorifici non funzionano più per il tuo dolore. Come? Dai un'occhiata alla spiegazione qui sotto.

I farmaci antidolorifici non funzionano, è più comune nelle persone con malattie croniche

A differenza delle malattie acute – che si manifestano improvvisamente e richiedono un tempo abbastanza breve per essere curate – come le fratture, ad esempio, le malattie croniche si manifestano per un lungo periodo di tempo. Finché si verifica la malattia, anche i sintomi sperimentati dai malati non smettono di apparire, quindi hanno bisogno di farmaci antidolorifici per curare la condizione.

L'uso ripetuto farà sì che i farmaci antidolorifici non abbiano più una buona tolleranza al dolore. Quindi, i farmaci antidolorifici sempre più non stanno dando alcun effetto. Se il dolore persiste e ti dà fastidio, parlane con il tuo medico curante.

Non preoccuparti, se hai una malattia cronica, il team medico cercherà di curare la tua malattia e insieme a ciò, l'intensità del dolore diminuirà.

Anche la mentalità del tuo cervello è importante

Secondo gli psicologi dell'Università dell'Alabama, la maggior parte delle persone con malattie croniche non può accettare di provare dolore costante. Questo ovviamente può influenzare la loro condizione mentale e corporea nel combattere il dolore che si sente. Pertanto, suggerisce di cambiare la tua mentalità e la visione del dolore che stai provando in questo momento.

Sai quanta potenza ha il tuo cervello? Il cervello può essere un potente alleato nella lotta contro il dolore oppure può cambiare il suo ruolo di nemico e combattere contro il corpo stesso. Non solo, il cervello è anche responsabile della ricezione dei segnali di dolore che provengono da altre parti del corpo. Quindi, quando i farmaci antidolorifici non funzionano più per trattare il dolore, puoi fare affidamento sulla tua mente e pensare che il dolore può essere combattuto e sparito con la tua forza.

Cerca altre alternative se gli antidolorifici non funzionano

Non disperare se gli antidolorifici che usi spesso non funzionano più. Puoi anche fare affidamento su rimedi erboristici e integratori, ma preferibilmente quelli che hanno dimostrato scientificamente di funzionare con il dolore, per ottimizzare i farmaci antidolorifici per alleviare il dolore. Alcuni modi alternativi che puoi fare sono:

  • Assunzione di erbe medicinali , come lo zenzero e la curcuma che hanno dimostrato di ridurre l'infiammazione. Ma prima di assumere questi farmaci o integratori, dovresti discuterne con il tuo medico curante. Perché è possibile che i medicinali a base di erbe che prendi abbiano effetti collaterali contrari ai farmaci che hai assunto in precedenza. L'interazione dei due tipi di farmaci, può peggiorare le tue condizioni di salute.
  • Fare agopuntura e digitopressione . Ci sono stati diversi studi che dicono che facendo l'agopuntura e la digitopressione, il dolore e il dolore che si sentono possono essere ridotti. L'agopuntura viene eseguita utilizzando aghi che vengono pugnalati in diverse parti del corpo che sono malate. Mentre la digitopressione utilizza la stimolazione della pressione data alle aree problematiche del corpo.
  • Trattamento topico , vale a dire farmaci che vengono somministrati localmente e solo sul corpo che fa male, come quando si applica una crema antidolorifica sul collo, o si applicano cerotti, unguenti e così via.